sabato 7 giugno 2008

"Il tavor é un ipnotico. Tale e quale all'amore"...dice Carlo D'Amicis...

...ed è così che mi sento ipnotizzata, quando mi sveglio da queste trance, nelle quali cado per colpa dell'amore...cazzo come é possibile illudersi così, pensare che tutto può andare bene solo perché ci si sente così felici...questa felicità fittizia...è un mondo difficile, diceva tonino carotone, è vita incerta, felicità a momenti...eh si...
quella dell'amore è un'ipnosi violenta, di quelle che quando ti risvegli ti senti come se tutti fossero stati li a guardarti, ma tu non lo sai, ti sembra che tutto il mondo parli di te, ma forse nessuno ti conosce, forse nessuno sa che ti sei risvegliata in quel momento, che hai ripreso i sensi, e che forse hai ripreso lucidità e coscienza da poter gridare e mandare a fanculo tutto, forse..forse non si dovrebbe nemmeno cadere in questi banali e stupidi errori..
...forse...ma quanto è bello sentirsi cullare dall' inconsapevolezza di quello che accadrà...

Nessun commento: