lunedì 23 luglio 2012

Fred Vargas, "L'uomo dei cerchi azzurri", Einaudi


Traduzione di Yasmina Melaouah
I casi del commissario Adamsberg

***

«La voce di Adamsberg è come un sogno, ti culla, ti incanta e ti addormenta, lui invece non si addormenta. La sua voce porta con sé immagini lontane e pensieri vaghi, ma procede verso conclusioni inesorabili, di cui forse lui stesso è l'ultimo a rendersi conto».
Sui marciapiedi di Parigi vengono tracciati da mesi strani cerchi con il gesso azzurro. In mezzo ai cerchi, un tappo, un portachiavi, un gatto... Giornalisti e psichiatri si divertono a discuterne, ma il commissario Adamsberg, appena trasferito a Parigi, pensa che non ci sia proprio nulla da ridere. Lui lo sente, lo sa, che quei segni trasudano crudeltà. E aspetta. Aspetta che nel cerchio azzurro compaia il primo cadavere.

http://www.einaudi.it/libri/libro/fred-vargas/l-uomo-dei-cerchi-azzurri/978880621365

Nessun commento: