giovedì 4 febbraio 2010

# stato confusionale

...Credo di essermi confusa,
strano...
Penso di essermi sbagliata,
strano...
Forse non sono del tutto convinta.
La costante paura di sbagliare per non soffrire
mi porta a patire le pene di una colpa che mi autoinfliggo
perennemente
con una scadenza quasi meccanica,
spaventosa, mentale, malata,
come di chi cerca sempre
e quando trova scappa,
tirandosi indietro,
attivando un meccanismo che fa ritorcere contro di sè
anche il più piccolo ed impercettibile gesto...

A.

1 commento:

Anonimo ha detto...

siamo uguali direi...